Previsioni meteo , , 0°C

NOTE E PRIVACY

Il futuro domani

Il futuro domani
gennaio 23
14:14 2014

Il futuro domani è uno scenario sul nostro futuro prossimo venturo che potrebbe iniziare anche domani.

Una strategia preparata da chi ha le idee chiare e la visione precisa di come dovrebbero essere trattati i nostri rifiuti per farne risorse e motivo di guadagno.

Idee semplici, alla portata della nostra tecnologia, semplici ma efficaci come solo le idee dei nostri giovani possono essere.

Un giovanotto di oltre ottanta anni, dalla mente fresca e lucida, molto più giovane di tanti trentenni e quarantenni che si riempiono la bocca di panzane e si danno la boria di uomini navigati.

GIORGIO BERTUSI

Grazie a lui ho potuto inserire su Litorale news questo stupendo lavoro di cui mi ha onorato di dare contributo.

A. N.

—————————————————————————————————————————————————

Il futuro domani: Rifiuti zero

Dicono che il X Municipio sia un laboratorio, un indicatore

per sperimentare le innovazioni, le metamorfosi, i cambiamenti,

i mutamenti, il profondo cambiamento del nuovo che avanza,

addirittura potrebbe essere un campione,

prototipo,

anzi un archetipo a carattere Nazionale!

Quale migliore occasione per sperimentare la

Raccolta differenziata al Minuto.

Il Presidente del Municipio X potrebbe farsi promotore,

coinvolgere i Funzionari dell’Ama,

Per sperimentare la raccolta differenziata con un

Progetto:

AMA AL MINUTO”

uno 

due

tre

Municipio diviso in Zone, in ognuna

un centro di raccolta differenziata AMA.

In ogni quadrante una macchina pesatrice con

dispensatore

di accrediti Su carta di credito, post pay.

A ogni tipologia di raccolto, è espresso un prezzo,

carta euro al kg, plastica euro al kg, Alluminio, rame, e

cosi via.

Il prezzo del materiale di risulta dovrà contenere

un super valore costituito dal prezzo corrente del rifiuto,

integrato in parte dall’economia che si ottiene

non ritirando lo stesso prodotto dal cassonetto.

Il risparmio Consiste nell’uso limitato degli automezzi,

carburante, personale da impiegare per più fruttifero

lavoro, diminuzione di traffico pesante, manutenzione,

assicurazione, uso intelligente dei mezzi di trasporto.

Facile la trasformazione di queste voci, per questo

servizio, in euro al kg.

quattro

Gli scopi di questa iniziativa sono molteplici.

Incrementando il riciclo e il recupero delle

materie di risulta

Si limita L’uso d’inceneritori,

termovalorizzatori,

Discariche a cielo aperto,

Si Crea Una Fondamentale coscienza civica,

attraverso l’interesse….Interesse non solo

morale.

La popolazione stimolata sarà incentivata a

selezionare, raccogliere quantitativi che saranno

portati in questi centri

di raccolta per ricavarne una mercede

riconosciuta

su carta di credito, Post pay.

Carte di credito spendibili ovunque

come normali carte a ricaricare, post pay.

Convenzioni con supermercati per ottenere

particolari sconti,

contenitori pubblicitari per famiglie

Convenzioni tra Imprese e Municipio.

cinque

Attraverso la raccolta si mitigano le difficoltà che le famiglie stanno attraversando. Nell’emergenza può sopperire
al sostentamento delle persone più disagiate.

Carta, Giornali, riviste, plastica, ferro, bottiglie, vecchie carcasse di televisori, frigoriferi, suppellettili, casalinghi, batterie, ogni oggetto riportato, nei centri di raccolta deve avere un suo valore o assimilabile. Combattiamo la miseria più nera!
Tutto materiale che se deve essere recuperato nei giardini,
nella pineta, nei canali di Bonifica, nelle strade di limitata percorrenza, sui cigli delle strade, implica spese abnormi, costi altissimi per il loro recupero, inutili e costose Task Force!
Mitica la figura del signore con il bastone con chiodo sulla punta, che raccoglie la carta nei giardini.
Si possono creare piccole imprese che si specializzano in questo
campo creando nuovi posti di lavoro.

sei

Per smaltire qualsiasi materiale, sia solido che liquido, lo porti al centro di raccolta o bisogna pagare.
Le ditte che portano calcinacci devono pagare €1,20 al quintale.
Per altri materiali un botto.
Le impresette, i fai da te, gli improvvisati, risolvono tutto scaricando i residui da smaltire nei più reconditi anfratti.

Bisogna foraggiare chi trasporta materiale di risulta nell’aria
di raccolta. Deve essere corrisposta una cifra che soddisfa, favorisca, incentivi il trasporto in discarica.

Si otterrebbe un duplice scopo, aiutare le persone in disagio e avere giardini, pineta, campagna, canali di bonifica non più oggetto dell’imbecillità umana, che per speculazione, pigrizia, per risparmiare, insozza la nostra città creando anche situazione
di pericolo, intasamenti di canali. Riepilogando:

sette

Bisogna attrezzare centri di raccolta differenziata dividendo in quadranti tutto il Municipio X
In ognuno di essi istallare una macchina pesatrice con dispensatore del corrispettivo
su carta di credito a caricare, post pay.
La raccolta porta a porta completa il prelievo sia dell’umido, sia del differenziato.
Incrementa posti di lavoro.
I cassonetti per la raccolta nelle strade diminuirebbero.
Spazio suppletivo per parcheggio.

otto

Smaltimento degli olii:
È una componente importantissima per
la salvaguardia della natura e del nostro Mare

Nelle case anche se si fa un fritto sia di carne, pesce o patate
il residuo di olio finisce nello scarico del lavabo.
Attraverso fogne, depuratori, fiumi, termina a mare, nei laghi, creando una pellicola superficiale che impedisce la vita della flora, della fauna marina…e un domani non troppo lontano….

Negli esercizi pubblici, ristoranti, alberghi, officine ,
per la raccolta olii esausti, obbligo Registro degli Olii .
Imprese delegate al recupero a pagamento .

Dipende dalla sensibilità del ristoratore, del meccanico…..
Se un certo quantitativo non finisce in fogna.

nove

dieci

Per ovviare a questo basterebbe che chi vende olii abbia
la possibilità di creare un abbattimento percentuale del prezzo d’acquisto con la consegna dell’olio utilizzato, il quale, una volta rigenerato, può essere riadoperato in varie forme, commercializzato con utile …
Ora appannaggio delle sole grandi Concentrazioni!
L’interesse sposa la solerzia….
Limita l’ egemonia delle grosse imprese!
Per quanto riguarda il vetro, le bottiglie, dare un valore
al vuoto, non solo vetro,vuoto a rendere.
Cosi facendo s’incentiva il riuso del contenitore, la diminuzione delle spese. L’eliminazione delle bottiglie vuote disseminate
nei giardini.nei parchi, nelle strade
Cosi è per il latte, bisogna tornare al vuoto a rendere.
Ora si rende solo la cassetta contenitrice…non sempre!

undici

Un domani… la cassetta con i vuoti.
Tutto dipende quanto conta il nostro Municipio X ,
e i poteri del Presidente di Roma Mediterranea!
Questo progetto al minuto, al portatore,
non esclude l’esecuzione dei Centri di riciclo fondamentali per ridurre al minimo
la costruzione di termovalorizzatori, inceneritori.
Consapevoli che è una goccia nel mare,
Non rifiuta il sistema di raccolta porta a porta,
favorevole al riciclaggio a freddo ad Impatto a Zero
Il bastian contrario o il signor No dirà:
Questo a Vattelapesca è in atto da illo tempore!
perché Noi non possiamo sperimentarlo?

dodici

tredici

quattordici

I poteri di Roma Mediterranea,
del Suo Presidente
hanno veramente autorità per incidere?
Le commissioni e le proposte elaborate saranno attuate o seguiteremo ad approvazioni in Consiglio Municipale di delibere non vincolanti o…..
Questo fantomatico decentramento è uno specchietto per allodole cittadine?

Related Articles

Cerca nel sito

Log In

Seguici anche su

Commenti recenti

    Calendario articoli

    marzo: 2019
    L M M G V S D
    « apr    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

    RSS Notizie dall’Italia e dal mondo