Previsioni meteo , , 0°C

NOTE E PRIVACY

Ostia, via di Castel Fusano: partono domani i lavori di messa in sicurezza e per la pista ciclabile

Ostia, via di Castel Fusano: partono domani i lavori di messa in sicurezza e per la pista ciclabile
dicembre 19
00:28 2013

Il presidente del X Municipio di Roma Capitale Andrea Tassone ha presentato, questa mattina nella sala consiliare del X Municipio di Roma Capitale, il piano dei lavori previsti per la messa in sicurezza di via di Castel Fusano e la realizzazione di una pista ciclabile.

Alla conferenza stampa hanno partecipato gli assessori ai lavori pubblici e alle periferie di Roma Capitale Paolo Masini e del decimo municipio Antonio Caliendo.

“Via di Castel Fusano è un’arteria di fondamentale importanza per la mobilità del nostro territorio – ha detto il presidente del municipio di Andrea Tassone – su cui le passate amministrazioni non erano mai intervenute concretamente. Domani inizieranno gli interventi per la sistemazione del fondo stradale, l’asfaltatura e la rimozione delle radici degli alberi: gli interventi, finanziati dal Dipartimento Simu di Roma Capitale, saranno divisi in lotti. Il primo, pari a circa 290mila euro, riguarderà i tratti di maggiore degrado e pericolosità. La strada che collega Ostia Antica con via dei Pescatori è al servizio, tra l’altro, delle autoambulanze del vicino ospedale Grassi. Abbiamo già richiesto, attraverso una variazione di bilancio, i fondi necessari per il secondo lotto di interventi, pari a circa 280mila euro. Ringrazio l’assessore ai lavori pubblici e alle periferie di Roma Capitale Paolo Masini – ha concluso il presidente del X Municipio di Roma Capitale Andrea Tassone – per la collaborazione e la sensibilità dimostrata verso il nostro territorio, un Municipio unico in tutta Roma per le sue specificità paesaggistiche, archeologiche e ambientali”.

I lavori per la messa in sicurezza di tutta via di Castel Fusano ammontano a circa 1 milione e 200mila euro: il restante importo, quindi, seguirà dai fondi del bilancio 2014 di Roma Capitale.

Gli interventi saranno diretti dalla Unità organizzativa tecnica del X Municipio di Roma Capitale, monitorati da un agronomo già incaricato, e dalla Unità organizzativa ambiente e litorale del X Municipio di Roma Capitale, che controlleranno lo stato di salute e di sicurezza delle alberature ed eventuali abbattimenti. Il tempo necessario per portare a compimento i lavori è previsto, in relazione al finanziamento in lotti, in 12 mesi.

Contestualmente inizieranno anche i lavori per la realizzazione della pista ciclabile che correrà parallela alla strada di Castel Fusano, sui terreni adiacenti, sul lato sinistro verso la stazione di Ostia Antica. I lavori prevedono l’attivazione dell’esistente sottopasso ciclo-pedonale, di collegamento tra il cimitero di Ostia Antica e il Castello Giulio II. Il sottopasso sarà fornito di illuminazione e del sistema di smaltimento delle acque. La pista ciclabile, a doppio senso, avrà una larghezza finita di 2,5 metri. Anche in questo caso i lavori saranno seguiti dalla UOT del X Municipio di Roma Capitale, da un tecnico agronomo e, in virtù della natura archeologica dei terreni, da un archeologo. L’intervento della pista ammonta a 400mila euro e rientra nel Piano Investimenti del 2011. I tempi di realizzazione sono previsti in 6 mesi.

“Come dice il presidente del X Municipio di Roma Capitale Andrea Tassone, tante piccole cose fanno una grande cosa per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini del nostro territorio, e questa ne è la dimostrazione – ha affermato l’assessore ai lavori pubblici, mobilità e litorale del X Municipio di Roma Capitale Antonio Caliendo – Oggi la politica in sinergia con la parte amministrativa vuole fare e, soprattutto, fare bene perché le condizioni delle strade del nostro territorio sono sotto agli occhi di tutti. Via di Castel Fusano tornerà finalmente percorribile in sicurezza e per questo ringrazio il direttore delle Unità organizzativa tecnica e Unità organizzativa ambiente e litorale del X Municipio di Roma Capitale, ingegnere Paolo Cafaggi”.

“Si tratta di un intervento di vitale importanza, nel merito, perché si interviene per riqualificare ed eliminare i disagi su una strada fondamentale del litorale e di particolare delicatezza per il passaggio continuo delle autoambulanze – ha detto l’assessore ai lavori pubblici e alle periferie di Roma Capitale Paolo Masini – Ma anche nel metodo, grazie all’importante coordinamento tra gli ambiti politico e amministrativo, e tra centro e periferia. In questa città c’è bisogno di questo coordinamento all’insegna di un sano decentramento, in grado di mettere finalmente al centro il bene comune”.

Related Articles

Cerca nel sito

Log In

Seguici anche su

Commenti recenti

    Calendario articoli

    maggio: 2019
    L M M G V S D
    « apr    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

    RSS Notizie dall’Italia e dal mondo

    • I sindacati si battano per un salario legato alla green economy 19 maggio 2019
      L’appello all’unificazione dei sindacati lanciato dal segretario della Cgil, Maurizio Landini, il primo maggio dalla piazza di Bologna è chiaramente un tentativo di togliere la rappresentanza sindacale dalla lunga notte nella quale è immersa: organizzazioni sindacali in costante perdita di associati, incapaci di fare i conti col nuovo mondo del lavoro, fuori […]
    • Salvini a Papa Francesco: “Bisogna fare, non parlare. I morti in mare sono diminuiti”. Fischi dalla piazza per Bergoglio 19 maggio 2019
      Prima la citazione di De Gasperi, secondo cui “un politico deve fare, non parlare”. Poi l’attacco diretto a Papa Francesco: “Anche a sua Santità, che oggi ha detto che bisogna ridurre i morti in mare. Bene, noi li abbiamo ridotti”. Da piazza del Duomo, dove Matteo Salvini ha chiuso la manifestazione in vista delle Europee […] L'articolo Salvini a Papa F […]
    • Europee, Pietro Bartolo candidato nel Pd: mi chiedo quale schizofrenia ci sia dietro 19 maggio 2019
      In questi giorni è virale il post su Facebook di una studentessa di Medicina dell’Università di Modena che racconta con parole vivide di aver assistito a una lezione universitaria del dottor Pietro Bartolo, il “medico dei migranti” di Lampedusa. Leggiamo del suo apprendere, dapprima con distrazione, poi con crescente coinvolgimento, come sempre accade davant […]